1 giovane su 40 si definisce transgender

Il coming out è ancora oggi un percorso doloroso e complesso. È questa in sintesi la fotografia scattata sull’universo transgender dalla Fondazione Foresta, ente che tra il 2018 e il 2019 ha somministrato questionari anonimi a 5.300 giovani delle scuole superiori, tutti tra i 18 e i 21 anni e residenti tra Veneto, Puglia e Campania, chiedendo loro “come definiresti la tua identità di genere”. Il 2,3% si è definito “trans o gender-fluid”. Un dato che ha sorpreso. Di questi temi si parlerà a Padova presso il Teatro Ruzante nel Convegno “Caleidoscopio transgender – Dal significato alla comprensione del fenomeno”, organizzato dalla Fondazione Foresta Onlus. “La salute delle persone transgender è un tema sempre più attuale all’interno della programmazione sanitaria”, dichiara il professor Carlo Foresta, presidente del convegno. “I numeri fino ad oggi noti rappresentano probabilmente un dato ampiamente sottostimato, a causa della mancanza, anche in ambito sanitario, di attività condivise volte a garantire il mantenimento della salute e l’equità dell’accesso alle cure e a causa della paura delle persone transgender di manifestare la loro condizione".

Advertisement