La pasta integrale fa bene?

La pasta integrale spesso viene inserita nelle diete perché fa bene alla salute e facilita il transito intestinale grazie alle fibre. Inoltre migliora la funzionalità dell'intestino riducendo il rischio di malattie cardiovascolari e di tumori all'intestino. Ma perché preferirla a quella bianca? A fare la differenza è la preparazione, la pasta integrale è preparata con farine derivate dalla macinazione del chicco itnero ed è di conseguenza maggiormente ricca di fibre come spiega la nutrizionista N. Bocchino. Queste sostante dopo averle digerite esercitano un controllo sulla glicemia, il livello di zuccheri nel sangue, e tenendo a bada l'insulina, l'ormone responsabile degli attacchi di fame, prolungano il senso di sazietà. Inoltre per via del processo di lavorazione la farina è più ricca di nutrienti riseptto a quella bianca. La pasta integrale fa bene alla salute poiché apporta una maggiroe quantità di vitamine del gruppo B e minerali. Quelli che contiene poi sono a lento rilascio, danno energia in modo costante permettendo all'organismo di utilizzarla lentamente. Tra le proprietà benefiche della pasta integrale emergono i beti glucani contenuti nella crusca che sono utili al sistema immunitario e danno un maggior senso di sazietà. Inoltre la presenza di vitamine del gruppo B presenti nella crusca e nel germe che sono importanti per il sistema nervoso e cardiovascolare perché aiutano i processi cellulari di produzione di energia. Infine c'è la vitamina E, i polifenoli e l'acido fitico, presenti anch'essi nella crusca e nel germe, che hanno proprietà antiossidante.

 

Advertisement